Marzo 2020

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: ANCHE IN CEI GROUP L’OPPORTUNITÀ PER GIOVANI STUDENTI

Affiancano i nostri tecnici e operai nelle attività di controllo e manutenzione periodica degli impianti termici, acquisendo competenze relative all’analisi di combustione dei generatori di calore e alla manutenzione ordinaria degli impianti. Partecipano alle attività di manutenzione delle centrali frigorifere per le operazioni di controllo e di manutenzione. Incontrano i nostri  progettisti e partecipano alle attività di audit energetico finalizzate alla realizzazione di proposte di riqualificazione energetica delle centrali termiche. In amministrazione iniziano a far pratica con la complessità delle attività contabili di un’azienda.

Alessandra, Paolo, Caterina e Simone. Sono solo alcuni tra gli studenti delle scuole superiori che in questi anni stiamo ospitando in CEI GROUP in alternanza scuola-lavoro. Tra loro anche gli allievi dell’ I.T.I. e Liceo delle Scienze Applicate Enrico Fermi di Desio, in provincia di Monza e Brianza.

L’alternanza scuola-lavoro, introdotta inizialmente nel 2003, è una metodologia didattica che permette agli studenti di affiancare alla formazione scolastica, prettamente teorica, un periodo di esperienza pratica presso un ente pubblico o privato.

Nel 2015 l’alternanza scuola-lavoro è stata resa obbligatoria, con la riforma della Buona Scuola, per tutti gli studenti del secondo biennio e dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado.

“Sono felice di poter mettere in pratica ciò che studio, iniziando a conoscere così il mondo del lavoro”, racconta Caterina. “È un modo per capire anche cosa vorrò fare una volta terminati gli studi”.

Gli istituti di formazione, sulla base di apposite convenzioni stipulate con le imprese, sono tenuti a organizzare per i propri studenti periodi di formazione professionale in azienda o altre attività che favoriscano l’integrazione con il mondo del lavoro (giornate di orientamento, incontri con aziende e professionisti, stage, ricerca sul campo, project work), per un ammontare totale di 400 ore per gli istituti tecnici e 200 per i licei.

Con la Legge di BILANCIO 2019 (Art.57, comma 18) all’alternanza scuola-lavoro è stata attribuita la denominazione “Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO)”.

“Io trovo entusiasmante trovarmi sul campo con operai e progettisti. Quello che studio durante l’anno assume un senso ancora più importante - prosegue Simone – perché trovo che avere l’opportunità di fare periodicamente esperienza pratica, attraverso l’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro, sia una grande possibilità per renderci conto di ciò che c’è fuori, di come funzionano le aziende, ci permette di farci un’idea reale del mondo del lavoro”.

L’alternanza scuola-lavoro rientra nel quadro delle nostre attività in CEI GROUP orientate anche alla formazione delle giovani generazioni, nell’ottica di un impegno sociale costante da parte delle aziende.

“Senza dubbio è un’opportunità per ridurre il divario tra il mondo della scuola e quello del lavoro, avvicinando la formazione ai requisiti professionali richiesti dalle aziende”, spiega Patrizia Pecis, responsabile Formazione e Qualità di CEI GROUP. “La pratica sistematica dell’alternanza scuola-lavoro, inoltre, garantisce un inserimento più efficace delle nuove generazioni nella realtà economico-produttivaagevolando le imprese anche nell’individuazione di risorse con competenze già formate e già abituate a interfacciarsi con una realtà aziendale”.

Torna Indietro